Frequentare la Scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico vuol dire smettere di essere un elettore passivo, un cittadino ignavo, un lettore senza senso critico. Quando si diventa consapevoli di ciò che ti circonda e si inizia ad apprendere, a capire e a ragionare, ad interrogarsi e a confrontarsi con gli altri, non si può continuare ad ignorare.

La Scuola non è un mero veicolo attraverso cui si impartiscono nozioni, ma è un vero laboratorio del pensiero nel quale i partecipanti, coinvolti da un relatore che introduce il tema e, successivamente durante il dibattito all’interno dei laboratori, prendono coscienza della realtà socio-politica che li circonda, del suo sapore dolce-amaro: quanti tipi di ricchezze e potenzialità vi si trovano, quante sfumature di colore… Ma vi sono anche numerose contraddizioni! In queste ultime, in particolare, mi sono imbattuta quando sono passata “dalla teoria alla pratica” attraverso un’esperienza politica come consigliere comunale. Grazie alla Scuola e all’interesse con il quale vi ho partecipato, ho potuto fare affidamento sul mio bagaglio formativo; esso però, da solo, non è stato sufficiente per portare alla conclusione naturale l’esperienza politica. Essere una giovanissima donna alla prima esperienza di impegno in politica significa subire molti limiti, e purtroppo anche tendere ad autoimporseli; perché dopotutto si sa, noi donne non ci sentiamo “mai abbastanza”. Un limite però posso dire di averlo superato, trovando il coraggio di candidarmi. E questo lo devo anche alla Scuola di Formazione che mi ha fornito la sicurezza di una preparazione solida sulla quale poter contare sempre, indipendentemente dall’esperienza in politica.

In conclusione, vorrei soffermarmi su un aspetto non meno importante, cioè quello “conviviale” della SFISP: è un’ottima occasione per fare nuove conoscenze, venire in contatto con persone appassionate, impegnate a servizio del prossimo e desiderose di mettersi a disposizione della collettività. E ci si sente meno soli nel difficile cammino verso la realizzazione di una società migliore.

 

Vanessa Facchi, corsista 2008-10

vanessa facchi